creativita-sintonia-universo
Strumenti

Usare la Creatività per entrare in sintonia con l’Universo

Con il termine creatività si intendono diverse cose. Per alcuni, è quel modo di essere stranamente fantasiosi senza uno scopo preciso o l’esprimere qualcosa che si ha dentro (e che a volte viene chiamata “arte”). Indica a volte qualcosa di superfluo, ad eccezione di certi ambiti professionali.

Questo perché la Creatività può davvero aiutarci a sentirci maggiormente liberi di vivere e sperimentare, creare nuove cose e nuove associazioni mentali, e portare benessere intorno a noi superando le difficoltà, cosa che non piace moltissimo alle società di massa (così come le ho descritte in un altro articolo: link al fondo).

La Creatività scioglie le rigidità e ci connette direttamente al mondo del possibile, il luogo dove possiamo veramente realizzare qualcosa di significativo. Infatti è energeticamente simile a ciò che si sente stando nel Flusso Magico: una Via Lattea di occasioni positive, di sincronicità, di collegamenti fra cose distanti fra loro.

Non tratterò in questo articolo della creatività intesa come capacità o passione per la decorazione o per l’Arte (anche se mi riferirò un po’ a concetti legati alla produzione artistica).

La Creatività, dal mio punto di vista, è una facoltà preziosissima che ci permette di:

  • espandere i confini, permettendoci di esplorare, provare, entrare nel mondo delle possibilità, e uscire da quello dei limiti e quindi a…
  • vedere le cose in maniera differente, integrando o facendo un salto completo di paradigma
  • innovare e fondere cose, concetti, caratteristiche, approcci, anche molto distanti fra loro

La Creatività ci permette di divenire più armonici, ci aiuta a connetterci in modo naturale e salutare alle possibilità e a crearne di nuove, come tirar fuori soluzioni brillanti a numerose problematiche. Il punto è che come ogni facoltà la si può utilizzare (e quindi migliorarla) o lasciarla nel dimenticatoio.

La Creatività lavora sia con le funzioni razionali, di linguaggio, spazio-temporali, che con quelle delle associazioni di idee, della fantasia, dell’ispirazione. Probabilmente lavora al meglio con l’uso di entrambi i tipi di facoltà.

La Creatività: quali porte ci apre?

Innanzitutto con la Creatività si possono generare molte più idee. Generare più idee aiuta a trovarne di migliori. Esatto, proprio così: la qualità in questo caso è frutto della quantità. È una cosa risaputa fra creativi di varie professioni: giocare coi concetti, le immagini, ed altro ancora, aiuta l’associazione di idee e a farne nascere altre.

Di solito infatti, quando si cerca una buona idea, e non si è abituati a farlo, ci si ferma alla prima che ci viene in mente (al massimo le prime due o tre) e ci si concentra solo su quelle. Questo non ci permette di esplorare, ma solo di auto-convincerci che siano buone idee. Per chi fa lavori “creativi” (designer, grafici, copywriter, pubblicitari, ecc.) è d’obbligo non affezionarsi alle idee generate, perché non solo ne seguiranno molte altre, ma bisognerà scartarne e testarne parecchie, prima di arrivare a qualcosa di brillante/funzionale/efficace.

Avendo più idee, si possono capire più facilmente gli altri, perché si arriva spontaneamente a relativizzare le nostre convinzioni e pregiudizi, e ad “assumere” il punto di vista degli altri. Questo non per cambiare idea quanto per integrare ciò che pensiamo con ciò che pensano gli altri, verso una visione più completa della Realtà.

“We cannot solve our problems with the same thinking we used when we created them.” (“non possiamo risolvere i nostri problemi con la stessa mentalità con cui li abbiamo creati.”)

– Albert Einstein

Generare molte più idee alleggerisce il peso di quelle non efficaci. Avendo molte soluzioni a uno stesso problema non ci si dispera più di tanto se una non funziona: si passa più facilmente ad utilizzarne un’altra. Questa abitudine è uno dei segreti mai rivelati per sviluppare e rafforzare il vero Pensiero Positivo.

La Creatività ci aiuta ad esplorare in tutta tranquillità: Quando usiamo le nostre facoltà creative possiamo viaggiare attraverso ciò che già esiste (culture, idee, sapori, colori, ecc.) e provare ad immedesimarci in ogni cosa, associarla a qualcos’altro, vedere cosa ne esce fuori, correggerla, scartarla e passare ad altro. Creatività è in questo caso usare volutamente la fantasia con lo scopo di arrivare a una ricompensa (soluzione, innovazione, ecc.). Non è fantasia lasciata libera senza un perché.

Come studiato e largamente trattato dal Dott. Edward De Bono (padre del concetto del “Pensiero Laterale“), un certo tipo di creatività disciplinata ci aiuta ad uscire dai nostri soliti schemi mentali di pensiero, ragionamento e giudizio (il pensiero verticale e/o di causa-effetto).

Questo significa che è stato ampiamente provato come la nostra mente utilizzi delle scorciatoie per vivere e prendere decisioni, e che quindi non osserva la Realtà per quella che è, ma, per pigrizia e rapidità solo, ed attraverso dei filtri. Il pensiero laterale si occupa di aiutare la mente ad aprirsi nuove strade di pensiero là dove, la maggior parte delle volte, vuole proseguire per abitudine col pilota automatico solo sulle strade già conosciute.

Torniamo perciò al merito della Creatività di aiutarci a vedere di più e meglio cose che davamo per scontate, come i giudizi sulle persone, l’uso di categorie, visioni generali sul “mondo”, filosofie di vita, porte chiuse, possibilità, ecc.

Come per le persone fortunate di cui ho parlato in un altro articolo (link in fondo), diventare bravi ad aprirsi a nuovi stimoli e accogliere nuovi modi di essere o risolvere le cose (nuove culture, modi differenti di vedere e di fare le cose, ecc.) aiuta a godere della totalità dell’Universo. Chi si chiude esclude, separa, si impoverisce. Chi si apre scopre ricchezze ovunque.

La Creatività ci aiuta a vedere le cose in maniera differente: Le persone particolarmente creative sono persone che non vedono tanto l’ostacolo che gli si presenta quanto i dieci modi interessanti per superarlo. Amano associare, fondere, sperimentare, proporre. Cambiano approccio, strumenti, convinzioni. Plasmano letteralmente la Realtà creando qualcosa di utile per sé e per gli altri.

Io stesso, dopo anni passati a sviluppare e allenare questo modo di pensare “laterale” per creare grafiche, pubblicità, siti web, non riesco più a trovarmi di fronte a qualche problema senza proporre due, tre soluzioni almeno. E la cosa singolare è che questo mio atteggiamento diventa un problema quando davanti a me ho qualcuno particolarmente rigido e impaurito, che mi racconta le sue difficoltà non per cercare aiuto e risolvere un problema (apertura, esplorazione, coraggio), ma solo per sfogarsi e mantenersi in quello stato di bisogno e di difficoltà (chiusura, stasi, ancoraggio al “conosciuto”, ecc.).

yin-yang-simbolo

Si può riuscire a vedere il lato positivo e l’occasione da cogliere al volo, in moltissime nostre esperienze di vita. Più si ha l’abitudine a cercare il lato positivo più si riesce a trovarlo rapidamente. Non dimentichiamoci che trovarci dentro una situazione difficile, richiama le nostre migliori facoltà e tutte le nostre forze per poterla superare.

Così come accade quando solleviamo grandi pesi in allenamento e diventa tutto più leggero nella vita di tutti i giorni, così se ci sforziamo di aprire la mente ed essere propositivi (oltre che positivi) allora la vita diventa molto più semplice.

Nel famosissimo simbolo dello Yin-Yang i due opposti non sono solo uniti sotto un unico segno, a dimostrazione che ogni fenomeno contiene in parte gli opposti (male/bene, buono/cattivo, ecc.) ma che ogni “concetto” ha qualcosa in sé del suo opposto. Per questo nel male si può trovare sempre qualcosa di bene e viceversa.

La Creatività ci permette di fondere le idee: La Creatività è perciò anche creatrice e innovatrice: contribuisce direttamente all’Evoluzione. Unire i lati positivi (o comunque vantaggiosi) di più cose ci permette di dare vita a qualcosa che prima non esisteva e che ora è più efficace. È il famoso concetto di Sinergia: 1 + 1 = 3.

concetto-di-sinergia

È una delle tecniche più usate in ambito creativo (arte, musica, cinema, letteratura, ecc.) quando qualcuno ama più cose distanti fra loro e le fonde in un mix nuovo, coinvolgente, dall’enorme potere attrattivo. Un simbolo che spiega molto bene questa unione è il drago, che in alcune culture rappresenta il matrimonio: è infatti l’unione e fusione del serpente (terra) e dell’aquila (aria), che sacrificano la loro natura per creare qualcosa di più potente, un Essere Superiore.

“Creativity is just connecting things…(creative people) were able to connect they’ve had and synthesize new things” (“la Creatività è solo connettere le cose…le persone creative sono capaci di connettere le esperienze che hanno avuto e sintetizzare nuove cose”)

– Steve Jobs

Spesso mi capita di sentir parlare qualcuno arrabbiato perché il tale conoscente (una terza persona quindi) ha detto o fatto qualcosa che non sta in piedi. Ascoltando la storia, mi è capitato di essere d’accordo col mio interlocutore, che l’altro aveva fatto o detto qualcosa di illogico, e che fosse quindi in cattiva fede.

Ho provato però a dirigere meglio il mio pensiero pieno di ego e pensare se non stessimo saltando a quella conclusione perché ci faceva comodo in qualche modo, e ho provato a includere l’opinione della terza persona (apparentemente fasulla) alla faccenda. Ho scoperto (e scopro tuttora applicando questo metodo) che poteva (e può) benissimo convivere con la situazione perché è un punto di vista differente dal mio (o nostro) e ha la sua probabilità di essere vera per quella persona.

verità-vero-illustrazione

Quindi nelle discussioni spesso abbiamo ragione tutti perché ciascuno esprime qualcosa con i propri punti di riferimento ed esigenze, che sono diverse dagli altri e che hanno tutto il diritto di esistere e manifestarsi (poi noi possiamo tranquillamente allontanarcene).

La vera sfida, la vera evoluzione per chi vuole entrare nel Flusso Magico, sta proprio nel capire con la Creatività che non esiste una sola ragione (una sola verità) e che quindi è più utile integrare le visioni degli altri nelle proprie “mappe” e convinzioni, e che è meglio cercare di venirsi incontro, provare a vedere e la visione dell’altro ha dei lati positivi, perché aiuta a conquistare un maggior equilibrio mentale ed emotivo senza precluderci porzioni di esperienze, informazioni, Realtà.

Cosa fare per vivere in maniera più creativa?

Scriverò un articolo prossimamente su come migliorare questa facoltà con degli esercizi. Per ora ti basterà sapere che in quello che hai letto ci sono già le indicazioni essenziali. Rivediamole brevemente:

  • esplorare le zone di Realtà sconosciute, sperimentando cose nuove e diverse, aumentando e diversificando gli stimoli
  • aprirsi (anche con coraggio) a nuove soluzioni, all’idea del possibile, anche a cose ritenute “impossibili” solo perché nessuno ci ha mai provato (nei record dell’atletica questo è uno schema ricorrente: una volta che qualcuno fa qualcosa di straordinario, poi si innalzano i le prestazioni di tutti, a riprova che spesso dipende tutto dalle convinzioni che abbiamo di poter fare o no qualcosa)
  • imparare a generare più idee e più ipotesi (sospendendo il giudizio sul breve periodo)
  • imparare a integrare e fondere i punti di vista degli altri, i concetti o soluzioni distanti fra loro

Ovviamente, avere molte idee, implica che diventiamo poi capaci di metterle in pratica e sperimentarle. Altrimenti rimangono a livello di immaginazione pura e faranno molta più difficoltà a realizzarsi.

Ricorda che: la logica ti porta da A a B; la Creatività ti può portare ovunque!

Non mi resta quindi che salutarti e augurarti una vita molto più creativa!


Risorse:

Cosa ne pensi?

Accordo Operativo Amazon

Il Flusso Magico partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Sblocca Il Contenuto Con i Pulsanti Sotto e Aspetta Qualche Secondo




Condividi con un amico