importanza-muscoli-per-salute
Allenamento Salute ed Energia

Importanza dei muscoli per la nostra salute

“Muscoli! Muscoli! Muscoli! Possibile che non si parli d’altro?” esclamerà qualcuno, e probabilmente anche a ragione. Nel senso che, in effetti, se ne vedono tanti (troppi) di corpi ultra-muscolosi, scolpiti da allenamenti e farmaci (steroidi anabolizzanti), seminudi, mostrati ovunque, esibiti come merce per attrarre le masse.

C’è un però, e serve a separare la degenerazione di un fenomeno di massa dall’importanza reale di una certa muscolatura per la nostra salute, così da non buttare via ciò che ci può essere utile. Inoltre nessuno che si alleni in maniera equilibrata ha corpi esagerati.

Ti dimostrerò che costruire muscoli è al tempo stesso:

  • soddisfare un bisogno primario di movimento (meglio se intenso)
  • costruire uno strumento più efficace che ci fa sopportare meglio le fatiche quotidiane (abbassa anche di molto lo stress, perfeziona il metabolismo)
  • rafforzare l’apparato scheletrico, prevenire l’osteoporosi e la sarcopenia (perdita muscolare dovuta all’avanzare dell’età)
  • guadagnare effetti positivi anche sul piano psicologico ed esistenziale (fiducia, positività, buon umore, grazie ad ormoni e neurotrasmettitori come la serotonina, noradrenalina, dopamina ed endorfine)

Quindi non parlerò di qualcosa da esibire. Al contrario parlerò di qualcosa che possiamo fare per noi stessi, privatamente, per stare meglio e per più tempo, che attiva in noi una serie di effetti benefici che chi non si allena non può nemmeno immaginare.

Quello che mi preme qui è essere chiaro e semplice, affinché chi non è esperto di queste cose possa capire processi e concetti, così da poterli applicare. Non mi interessa pertanto scrivere un trattato scientifico di biologia, chimica, o anatomia umana.

L’importanza dei muscoli: che funzione hanno?

L’apparato muscolare fa quattro cose:

  1. Protegge le ossa
  2. Riscalda il nostro corpo (specialmente quando si contrae)
  3. Ci sostiene (in molti modi)
  4. Ci permette di muoverci, compiere lavori di differente intensità

Chi si allena è sempre al caldo, e raramente soffre il freddo. Non fa fatica a muoversi. Ha una postura eretta (il che influisce anche sull’umore, come ho scritto in un altro articolo). Inoltre le fasce muscolari proteggono le ossa, dalla colonna vertebrale a tutto il resto.

Secondo voi è un organo da sottovalutare?

Il corpo dimenticato

dei-della-grecia-muscoli

Avete mai osservato le antiche statue di divinità greche? Somigliano molto ai modelli estetici che ancora oggi piacciono. Come se un corpo forte, tonico, guizzante, fosse da sempre considerato come una virtù. Ma vediamo cosa è accaduto al corpo in questi ultimi secoli.

Con l’avvento delle società di massa, del benessere, e della sedentarietà, il nostro corpo non ha più potuto esprimere una sua caratteristica fondamentale, conquistata in migliaia di anni di selezione naturale: la predisposizione al movimento intenso, rapido e di breve durata. Parlo di correre, accucciarsi e rialzarsi da terra, sollevare e trasportare pesi, tirare, arrampicarsi, lanciare oggetti. Questi movimenti “fondamentali” (primal movements, in inglese) ci servivano per cacciare, coltivare e costruire: cose che ormai non facciamo più.

Il nostro organismo ha sviluppato innumerevoli strategie e meccanismi per ingrossare, rafforzare e mantenere la muscolatura e l’apparato scheletrico (detti insieme “massa magra”). Divenuti apparentemente poco necessari e poco sfruttati, questi meccanismi e talenti sono ancora memorizzati nei nostri geni. Rimangono perciò comunque “dentro di noi”, sopiti ed inespressi. Questo ci rende insoddisfatti, ci fa sentire deboli e impauriti, ci fa ammalare. Ma non ne siamo consapevoli.

Questo perché ci hanno convinto che allenarsi è diventare mostruosamente grossi, abbronzati, ridicolmente gonfi come omini della Michelin. Che bisogna stare tutto il giorno in palestra, ingerire strane pillole e altro ancora. Quello è solo l’estremo, molti lo usano per giustificare la propria pigrizia; e una persona normale che si allena 2-3 volte a settimana non può arrivare nemmeno lontanamente vicino a quelle degenerazioni.

michelin-allenamento-pesi

Per evitare l’estremo, ci dimentichiamo della bontà del giusto mezzo

Mentre il corpo ha bisogno di correre, sprigionare energia, vincere delle resistenze (pesi) ed aumentare le sue abilità, molti di noi fanno finta che questo desiderio non sussista. Il corpo rimane debole, inattivo, non stimolato, e purtroppo avvizzisce, come qualsiasi organo o arto che non utilizziamo.

È una sorta di maltrattamento che facciamo al nostro corpo, sprecando capacità innate che abbiamo di evolvere, di poter fare le cose a un livello fisico sempre migliore. È come se lo tenessimo dentro una gabbia troppo stretta.

Chi non vorrebbe sentirsi a tuo agio trasportando le buste della spesa, facendo le scale due volte al giorno, percorrendo un chilometro a piedi, prendendo in braccio i suoi figli anziché sentire dolori, affanno e stress? Questo lo permette solo un allenamento ad intensità che sviluppa i muscoli, che nel momento di difficoltà è pronto ad aiutarci con le sue nuove forze. Più siamo allenati più la vita diventa leggera.

banner-orizzontale-sconto-myprotein

Chi fa una vita sedentaria e stressante tende anche a mangiare poco sano, non si rafforza, e si avvia verso una cattiva salute e una vecchiaia precoce. Si avvia verso una vita fatta di farmaci e cure mediche già passati i 35-40 anni (se non prima).

Ovviamente anche l’eccesso e il sovraccarico fisico danneggiano il nostro corpo. Quindi la miglior cosa sia mantenersi nel giusto mezzo, sviluppando la muscolatura più adatta alle proprie esigenze. Quando allenarsi diventa una dipendenza, una sofferenza, e non dà più quel benessere voluto, meglio fermarsi o rallentare (diminuire i carichi e la frequenza di allenamento, diversificare, riposare).

Benefici effettivi di chi si allena ad alta intensità

Ma se facciamo una vita più sedentaria a cosa ci serve avere una muscolatura più efficiente? Te lo spiego con la prossima tabella, in cui mostro cosa comporta costruirsi muscoli più forti e un corpo più sano.

 

Ma correre per un’ora è come allenarsi ad intensità per 20 minuti? No. Infatti correre per tempi lunghi con un ritmo non intenso (e quindi tutte le attività come questa definite “cardio”) permettono di bruciare calorie mentre le si compie. L’allenamento ad intensità (come l’HIIT) permette di bruciare grasso e costruire muscolo, soprattutto nei giorni seguenti l’allenamento. Quindi bruciare calorie e muscoli è molto diverso da bruciare grasso e costruire una migliore muscolatura.

Le attività “cardio”, che sono comunque importanti, bruciano qualsiasi cosa nell’organismo che possa assicurargli calorie, muscoli compresi. Ecco perché chi corre solamente, per tempi lunghi con ritmi non intensi, ha una muscolatura molto esile, e non sembra mostrare una salute (o un corpo) molto robusta.

Di questo parlerò comunque meglio in un altro articolo. Ne creerò anche uno in cui spiegherò come funziona la costruzione del muscolo mediante l’allenamento coi pesi e cosa comporta nel dettaglio nel nostro organismo.

Cosa ne pensi?

Accordo Operativo Amazon

Il Flusso Magico partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Sblocca Il Contenuto Con i Pulsanti Sotto e Aspetta Qualche Secondo




Condividi con un amico